“È una vera Thumbelina”: incontra la ragazza che misura solo 99 cm di altezza e ha sfidato tutte le probabilità

Kenadie Jourdin-Bromley, una bambina canadese dell’Ontario, sembrava ordinaria a prima vista.

Aveva grandi speranze per il futuro, amava lo sport e disegnare, e andava a scuola.

Tuttavia, una caratteristica differenziava Kenadie dai suoi coetanei: la sua altezza ridotta di 99 centimetri.

Secondo i rapporti, quando Kenadie è nata nel febbraio del 2023, pesava appena 2,5 libbre.

La sua condizione è stata diagnosticata rapidamente dai medici come una forma rara di malattia cardiovascolare, pensata per colpire solo 100 persone globalmente.

Le infermiere l’hanno soprannominata “Thumbelina”, piuttosto appropriatamente. Sfortunatamente, Kenadie aveva poche probabilità di sopravvivere.

Secondo i rapporti, la condizione della ragazza può portare a complicazioni come lo sviluppo mentale ritardato, problemi respiratori e problemi digestivi.

I medici dell’ospedale dove è nata la ragazza erano preoccupati che non avrebbe avuto molto tempo per vivere a causa dei suoi danni cerebrali.

Comprensibilmente, i suoi genitori erano devastati.

Per dare alla loro piccola una identità nel caso in cui morisse, decisero di battezzarla il giorno della sua nascita.

“Pensavamo di portarla a casa per morire, perché è quello che ci hanno detto i medici,” ha spiegato la mamma Brianne a Barcroft TV nel 2016.

Tuttavia, con il passare dei giorni, Kenadie ha continuato fermamente a rifiutarsi di arrendersi.

Dopo che ha trionfato su tutte le sfide e le difficoltà, i suoi genitori sono stati in grado di sognare di nuovo che lei sopravvivesse.

È stato niente meno che un miracolo per loro. Molti anni dopo, Kenadie stupisce ancora tutti quelli che incontra.

È alta solo 99 centimetri, le sue braccia e le sue gambe sono ancora immature e fatica a imparare cose nuove, ma è una ragazza contenta che gode appieno della vita.

Kenadie pare godersi il bowling e il pattinaggio su ghiaccio. Soprattutto, fa felici le persone che incontra.

“Kenadie mi fa ridere. È molto empatica: se ti fai male al dito, viene e ti dà un abbraccio.

Ha una risata contagiosa che ti fa venir voglia di ridere insieme a lei,” ha menzionato l’assistente di Kenadie, Jessica Putnam, a Barcroft TV nel 2016.

Naturalmente, Kenadie e la sua famiglia affrontano molte nuove sfide nella loro vita.

Nonostante gli sforzi dei suoi cari di affrontare ogni giorno come viene, la giovane ragazza continua ad affrontare problemi medici.

“La mia speranza per il futuro di Kenadie, la mia più grande speranza per lei, è che sia felice. Voglio che sorrida e sia di successo. Se possiamo superare oggi, vedremo domani,” ha detto la mamma.

Valuta l'articolo
Aggiungi un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

“È una vera Thumbelina”: incontra la ragazza che misura solo 99 cm di altezza e ha sfidato tutte le probabilità
Il successo accademico dei miei figli non riguarda i voti, ma il carattere