L’olimpionica Mary Lou Retton è stata vicina alla morte e ora condivide la sua storia ispiratrice

Nell’ottobre del 2023, Mary Lou Retton, una ginnasta olimpica, si è trovata di fronte a una situazione di vita o morte.

Durante un appuntamento per la manicure, si sentiva estremamente stanca e affannata. Il giorno successivo, Mary Lou è stata trovata sul pavimento della sua camera da letto, lottando per respirare.

Un vicino ha notato qualcosa di insolito e l’ha trovata. Questa rapida azione ha salvato la vita di Mary Lou.

I medici le hanno diagnosticato una polmonite e dubitavano della sua sopravvivenza. Le sue figlie, Shayla e McKenna, pregavano al suo capezzale, preparandosi al peggio.

Miracolosamente, la terapia con ossigeno ad alto flusso ha portato alla sua guarigione. In mezzo a questo, Mary Lou ha affrontato un’altra sfida: non aveva un’assicurazione sanitaria.

I pesi finanziari legati alle operazioni e alle questioni personali avevano reso l’assicurazione inaccessibile.

Le sue figlie hanno cercato aiuto attraverso i social media e GoFundMe, chiedendo supporto e preghiere. La risposta è stata commovente.

Con l’aiuto che affluiva, la salute di Mary Lou migliorava. Ha lasciato l’ospedale, grata di essere viva per le festività. Si affidava a un serbatoio di ossigeno ma era felice di essere con la sua famiglia.

L’esperienza di Mary Lou l’ha riempita di gratitudine e di un rinnovato desiderio di vivere.

Riflette, “Pensavo solo di essere un’atleta vecchia e finita. Ma l’amore, è semplicemente… mi ha toccata.”

La miracolosa guarigione di Mary Lou Retton ci insegna che, anche nei momenti più difficili della vita, la grazia di Dio è sempre con noi.

Valuta l'articolo
Aggiungi un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

L’olimpionica Mary Lou Retton è stata vicina alla morte e ora condivide la sua storia ispiratrice
Le ”gemelle Blu” hanno fatto scalpore in tutto il mondo grazie ai loro incredibili occhi – e così si presentano oggi