Questo ragazzo che non si pensava avrebbe vissuto oltre i 18 mesi si diploma alla scuola superiore

Quando Braden West è nato, i suoi genitori sono venuti informati che non avrebbe vissuto a lungo.

Il motivo era che era stato diagnosticato con la sindrome di Pfeiffer di tipo 2, una patologia genetica caratterizzata dalla fusione

prematura di alcune ossa craniche che impedisce al cranio di crescere normalmente e ne influenza la forma della testa e del viso.

I genitori devastati appresero la notizia sulla condizione del loro figlio due settimane prima che venisse accolto nel mondo, poiché l’ecografia mostrava delle anomalie.

Come previsto, si sono preoccupati enormemente e hanno sentito come se il loro mondo si fosse frantumato in un milione di pezzi.

“Voglio dire, sta dando calci nella mia pancia e sto pregando Dio di portarlo a casa”, ha detto la mamma Cheri a News Nation Now nel 2020, aggiungendo:

“Sembrava che non avrebbe avuto la parte posteriore della testa. Sembrava che sarebbe nato con i denti. Sembrava una brutta situazione”.

Quando Braden è nato, sua madre ha provato una connessione immediata e si è sentita ancora più devastata sapendo che non c’era nulla che potesse fare per aiutarlo.

Le previsioni erano che non avrebbe vissuto oltre i 18 mesi.

“Ho detto caro Dio per favore, fammi avere lui per un po’”, ha detto Cheri.

“C’è una foto di lui quando è nato e mostra molto bene il suo cranio, una forma di trifoglio distinta”, ha condiviso Cheri.

“A un mese ci hanno permesso di portarlo a casa. Non stava prosperando, sapevano che non ce l’avrebbe fatta. Lo abbiamo portato a casa per farlo conoscere a tutti così che non morisse in ospedale”.

Tuttavia, a sorpresa di tutti, Braden ha iniziato a battere tutte le previsioni. Inaspettatamente, ha iniziato a mostrare segni di progresso.

“Ha subito oltre 30 interventi chirurgici, ha fatto una tracheotomia a soli 3 mesi e una volta ha subito un intervento con una sopravvivenza del 10%”, ha detto Cheri.

“Abbiamo dovuto firmare i documenti del DNR, dire i nostri addii e tutto. Invece di cattive notizie, i medici sono usciti e hanno detto che stava bene.

Qualsiasi cosa una madre non vuole sentire è quello che ci hanno detto. È incredibile con la fede in Dio cosa si può superare. Chiunque ci conoscesse o sapesse di noi pregava per noi”.

Oltre a tutto l’amore e il sostegno dei suoi genitori e della sua famiglia, c’era anche un’altra persona che mostrava un enorme sostegno e aiutava Braden lungo ogni passo, un’infermiera di nome Michele Eddings Linn.

Una volta, quando stava per perdere la vita, è stata Linn che è stata al suo fianco. “Ricordo solo, sai, pregare, ‘Signore, o lo porti a casa o lo fai stare meglio'”, ha ricordato Linn.

“Perché nessuno poteva sopportare di vederlo continuare a passare attraverso questo”.

Fortunatamente, ce l’ha fatta e Linn ha detto che Braden è stato l’unico suo paziente che è riuscito a lasciare l’assistenza ospedaliera.

Credeteci o no, Braden è prosperato ed è persino riuscito a laurearsi alla scuola superiore.

Il giorno della sua laurea, ha chiesto a Linn di scattare le sue foto, ed è stato un momento emozionante per tutti coloro che hanno avuto la possibilità di assistere.

“17 anni fa ho pianto perché pensavo che il suo tempo sulla Terra stesse finendo, e ora sto piangendo perché si sta laureando alla scuola superiore e la sua vita sta appena iniziando!”, ha scritto Linn in un post su Facebook.

“Vederlo diventare questo straordinario giovane è stato emotivo, ma sono così orgogliosa”, ha detto la mamma Cheri a The Epoch Times.

“Quando lo guardavo camminare, tutti gli emozioni dei primi mesi della sua vita tornavano in mente.

Tutto a cui potevo pensare era che non doveva fare questo, non avrebbe dovuto nemmeno essere in grado di tenere una matita, parlare, vedere, sentire… ed eccoci qui”.

Braden ha descritto la sua laurea come perfetta perché è stato portato via in elicottero nel bel mezzo di un concerto dal vivo di uno dei suoi musicisti preferiti, Cam Thomspon.

“Mi sento abbastanza bene sapendo che ho lavorato così duramente per arrivare a questo giorno perché non è sempre stato facile”, ha detto Braden.

Non solo è riuscito a laurearsi, ma ha anche ottenuto il lavoro dei suoi sogni, quello di pompiere. Braden, ora 22enne, si è unito al dipartimento antincendio di Moseleyville come pompiere volontario.

“Non arrenderti mai… Non importa quanto sia difficile salire la montagna, continua a salire perché la vista in cima è incredibile!”  dice questo incredibile giovane che ha superato tutte le previsioni.

Valuta l'articolo
Aggiungi un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Questo ragazzo che non si pensava avrebbe vissuto oltre i 18 mesi si diploma alla scuola superiore
Guarda come vive ”bambino per sempre”, un uomo di 32 anni: questo si deve vedere