Priyanka Chopra risponde ai critici riguardo alla sua surrogacy e rivela il motivo della sua scelta

Priyanka Chopra e Nick Jonas hanno ricevuto critiche ingiuste quando hanno annunciato la nascita della loro figlia, Malti Marie, nel 2022, avvenuta tramite surrogato.

Chopra ha successivamente rivelato di avere una necessità medica per la surrogazione. Ora, l’attrice ha qualcosa da dire a tutti coloro che fanno dello “mom-shaming” uno sport.

Il loro amore ha superato tutte le difficoltà.

La relazione di Priyanka Chopra e Nick Jonas è una delle storie d’amore più adorabili che conosciamo.

Jonas ha avuto il coraggio di mandare un messaggio alla modella nel 2016, dicendo: “Diversi amici mi hanno detto che dovremmo incontrarci. Cosa ne pensi?”

E ha funzionato perché hanno comunicato per almeno 6 mesi dopo che il cantante ha preso l’iniziativa.

Avrebbero potuto interrompere la loro relazione a causa della differenza di età (Chopra, 40 anni, e Jonas, 30), della distanza, dell’impiego e delle diverse differenze culturali.

Tuttavia, non c’era nulla che potesse separarli. Dopo anni di appuntamenti, la coppia si è sposata.

Nel 2018 si sono sposati e nel gennaio del 2022 Chopra e Jonas sono diventati genitori per la prima volta quando è nata la loro figlia tramite surrogato, Malti.

I primi 100 giorni della vita di Malti sono stati trascorsi nell’unità di terapia intensiva neonatale, ma a maggio è tornata a casa dai suoi devoti genitori.

Dopo aver annunciato la nascita della figlia tramite surrogato, molte persone hanno deciso di criticarla.

Ricevendo commenti sulla sua maternità tramite surrogato, Chopra ha confermato che era necessario dal punto di vista medico.

In un’intervista, ha condiviso apertamente di avere complicazioni mediche e di essere “così grata di essere in una posizione in cui potevo farlo.

La nostra surrogata è stata così generosa, gentile, adorabile e divertente, e si è presa cura di questo prezioso dono per noi per 6 mesi”.

Ha anche affrontato direttamente le critiche che ha ricevuto per aver scelto la surrogazione. “Non mi conosci”, ha detto Chopra. “Non sai cosa ho passato.

E solo perché non voglio rendere pubblica la mia storia medica o quella di mia figlia, non ti dà il diritto di inventare qualsiasi motivo.”

Aveva decisamente ragione. Ha parlato della condizione medica della figlia. Malti è nata prematuramente, un intero trimestre prima della data prevista.

È nata “più piccola della mia mano”, secondo Chopra, che ha anche detto di essere stata in sala operatoria quando è successo.

La piccola figlia era così fragile che richiedeva trasporti regolari all’unità di terapia intensiva neonatale della California per circa 3 mesi.

Chopra ha commentato: “Non sapevo se ce l’avrebbe fatta o no.”

Tutto questo l’ha fatta diventare una madre protettiva.

Ha aggiunto che ha sviluppato una corazza quando la gente parlava di lei. “Ma è così doloroso quando parlano di mia figlia.

Dico: ‘Lasciatela fuori da questo.’ So cosa si prova a tenere tra le mani le sue piccole mani mentre cercavano le sue vene. Quindi no, lei non sarà oggetto di pettegolezzi.”

In seguito, ha spiegato che è stata “molto protettiva” perché non si tratta solo della sua vita, ma anche di quella di sua figlia.

Essere una mamma richiede sempre uno sforzo e un impegno infiniti. Condividi le opinioni di Chopra? Cosa diresti a tutti i critici? Condividi la tua opinione nei commenti.

Valuta l'articolo
Aggiungi un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Priyanka Chopra risponde ai critici riguardo alla sua surrogacy e rivela il motivo della sua scelta
Ha perso tutta la sua bellezza a causa dei chirurghi e ecco com’era prima